EVENTI - Francesco Caio
SCUSI, PER LEI IL TEMPO È TIRANNO O GALANTUOMO
Dal lavoro al divertimento, complice la tecnologia, l’uomo contemporaneo insegue freneticamente la velocità e sogna la lentezza. Ma è vero che, nell’era digitale, c’è spazio per tutto e tutti fuorché per la riflessione?
- Audi Palace


​Ne parlano
Marco Niada, autore de “Il tempo breve. Nell’era della frenesia: la fine della memoria e la morte dell’attenzione” (Garzanti)
Roberto Vacca, futurologo
Bruno Gambarotta, direttore programmi Rai
Francesco Caio, vicepresidente Nomura International
Conduce: Giuliano Giubilei, vicedirettore Tg3


Seneca diceva che una parte del nostro tempo “scivola via senza che ce ne accorgiamo”. Oggi più che mai la frenesia del mondo globalizzato e digitale conferma le parole del filosofo romano, ed è una sensazione diffusa. Perché se è vero che da sempre il progresso tecnologico ed economico è scandito dall’accelerazione, e che il trasporto sempre più veloce di uomini e mercanzie e gli scambi finanziari sono altrettanti marchi della modernità, è anche vero che l’uomo ha fame di tempo, anzi il tempo è sempre più considerato il vero lusso. La nostra vita quotidiana, s’infittisce fino a scoppiare di impegni che si sovrappongono e si accavallano. E grazie a computer, telefonini e banda larga siamo sempre tutti on line e raggiungibili. Un fenomeno che prima ha toccato i vip e poi ha coinvolto tutti quanti. Ma qual è l'impatto di questo mutamento sugli uomini e le donne del nuovo millennio? Sta cambiando la nostra capacità di prestare attenzione, la nostra immaginazione, la nostra memoria, la nostra identità? Venite all’Audi Palace per questa piacevole chiacchierata mattutina, rilassatevi e lo scoprirete.


SE CADE LA LINEA
Rischiamo di non riuscire più a telefonare, altro che nuovi servizi. Perché sulla vecchia rete scarseggia la manutenzione e la banda larga non c’è ancora nonostante la disponibilità dei maggiori gestori telefonici. Che fare?
- Audi Palace


​Ne discutono
Antonio Catricalà, presidente Autorità Antitrust
Paolo Bertoluzzo, amministratore delegato Vodafone Italia
Stefano Parisi, amministratore delegato Fastweb
Francesco Caio, vicepresidente Nomura International
Conduce: Sergio Luciano, “Cortina InConTra”

“Non c’è campo”. Quante volte abbiamo lamentato che il nostro telefonino non prende? Nonostante il cellulare sia diventato il miglior amico degli italiani che hanno il record di penetrazione del mercato europeo, il nostro paese sconta una serie di problemi per quanto riguarda la copertura del territorio. Ma i problemi non sono finiti: chi vorrebbe connettersi alla rete, spesso trova molti ostacoli perché nel luogo in cui la persona (o l’azienda) si trova la rete semplicemente non c’è, o il segnale debole o la banda è stretta. Gran parte del territorio italiano, particolarmente quello al di fuori dei principali centri urbani, è infatti poco o niente connesso alla rete a banda larga esistente. E’ quindi, urgente un serio programma di investimenti per portare la rete a tutti, possibilmente in fibra. Altrimenti è doveroso spiegare ai cittadini che così facendo la classe dirigente sta ipotecando un altro pezzo del nostro futuro. Perché così saranno altri i Paesi a godere appieno del vantaggio competitivo, economico e sociale, derivante da una rapida e ragionata adozione delle tecnologie digitali. Discuterne per credere.

Eventi del Giorno
Seguici
| Share
Cortina Racconta
  • Lotteria Agosto 2010 A sostegno del progetto "HUB FOR MOZAMBICO"
    domenica 29 agosto 2010 15.30 - Audi Palace
    ​Estrazione effettuata presso l’Audi Palace di Cortina d’Ampezzo il 29/08/2010 alle ore 15.30 Info e regolamento su www.amicidicortina.it
  • CHE AUTUNNO CI ASPETTA
    sabato 28 agosto 2010 18.00 - Audi Palace
    ​Se cercate nelle note politiche di queste ore sarà difficile scovare una sua dichiarazione, non è uno di quei mestieranti che chiacchierano coi giornalisti pur di farsi spedire in prima pagina.
  • LA CINA È (TROPPO) VICINA
    sabato 28 agosto 2010 16.30 - Audi Palace
    ​La prospettiva del G2, un tavolo economico bilaterale tra Stati Uniti e Cina, pare piuttosto azzardata: un po’ come autoinvitarsi al pranzo di matrimonio dimenticando i parenti più stretti.
Amici di Cortina
Rassegna stampa
Impossibile visualizzare questa web part. Per risolvere il problema, aprire la pagina Web in un editor HTML compatibile con Microsoft SharePoint Foundation, ad esempio Microsoft SharePoint Designer. Se il problema persiste, contattare l'amministratore del server Web.


ID correlazione:8a7bc130-d014-4e80-bdff-410f8c954a9e