EVENTI - Stefano Zecchi
Se il Pil non fa (più) la felicità
La crisi, il mondo globalizzato, i nuovi bisogni, gli appagamenti da benessere. E’ davvero l’ora della pensione per il vecchio “prodotto interno lordo”? Al suo posto il “FIL”?
- Audi Palace


​Ne discutono 
Donato Speroni, giornalista, autore de “I numeri della felicità. Dal PIL alla misura del benessere” (Edizioni Cooper)
Enrico Giovannini, presidente Istat
Fiorella Kostoris, docente Economia Politica Università La Sapienza Roma 
Isabella Rauti, consigliere Regione Lazio
Domenico De Masi, sociologo
Stefano Zecchi, editorialista
Conduce: Roberto Papetti, direttore Il Gazzettino

Già Bob Kennedy si lamentava che non fosse adatto a misurare il progresso umano, ma negli ultimi tempi si è discusso molto dell’adeguatezza del Prodotto Interno Lordo come misura della ricchezza degli Stati, e quindi, in ultima analisi, della nostra ricchezza procapite. Ma c’è qualcosa di più efficace della misurazione del reddito prodotto ogni anno? Solo adesso studiosi e politici stanno passando dalle parole ai fatti. Nel giro di pochi mesi, in Francia una Commissione guidata dai premi Nobel Stiglitz e Amartya Sen ha avanzato al presidente Sarkozy proposte concrete, mentre l’Unione Europea si è impegnata ad andare “oltre il Pil” e il G20 di Pittsburgh ha raccomandato di trovare nuovi indicatori. E gli esperti di tutto il mondo si sono incontrati in Corea per capire se le statistiche del XXI secolo possono misurare la “felicità interna lorda”. E al di là dei tecnicismi, è possibile e opportuno che la politica si occupi della felicità dei cittadini? Per rispondere a questi quesiti, sollevati dal libro di Speroni, oltre al presidente dell’Istat e a un’economista, anche un sociologo teorizzatore della funzione positiva dell’ozio e un filosofo esteta. Per vederla da tutti i lati.


ESTETICA DELLA CITTA'
I piccoli e grandi centri italiani ed europei sono un patrimonio unico al mondo. Possiamo conservarne l’identità senza rinunciare alla modernità? Ed è solo una questione urbanistica o anche di modelli di vita?
- Audi Palace


Ne discutono
Gianni Alemanno, sindaco Roma
Marco Romano, urbanista, autore de “Ascesa e declino della città europea” (Raffaello Cortina)
Luca Cavalli Sforza, genetista, autore de “La specie prepotente” (Editrice San Raffaele)
Paolo Portoghesi, architetto
Stefano Zecchi, docente Estetica Università Statale Milano
Conduce: Antonio Galdo, giornalista e scrittore


Secondo l’ONU, nel 2050 la popolazione mondiale supererà i 9 miliardi di persone, e di queste ben 6,4 miliardi abiteranno nelle città, che saranno sempre di più il luogo dove si misura la sostenibilità dei modelli di sviluppo. Di qui il confronto serrato su come debba essere il volto dei grandi agglomerati urbani del futuro, tra le necessità quotidiane degli abitanti - il tema scottante della mobilità, tanto per citarne uno - e i progetti affascinanti, ma non sempre funzionali, degli architetti più famosi, vere e proprie star le cui opere fanno molto discutere. Il rischio è che l’innovazione urbanistica stravolga, specialmente in Italia e in Europa, l’identità delle città, e che con pochi interventi i nostri quartieri perdano quel patrimonio di cultura accumulato nel corso dei secoli. Il tutto in nome della modernità. La quale, viceversa, non può nemmeno essere respinta a priori, in nome di un conservatorismo dell’esistente spesso fine a se stesso. Dunque, come deve essere la modernità, o meglio la contemporaneità, nella costruzione urbanistica delle città? Il dibattito a “Cortina InConTra” è aperto. Ascolterete le autorevoli opinioni di esperti, architetti di fama, e del sindaco di Roma, città dove cambiamento e conservazione è sintesi più difficile che in qualunque altra capitale.

Eventi del Giorno
Seguici
| Share
Cortina Racconta
  • Lotteria Agosto 2010 A sostegno del progetto "HUB FOR MOZAMBICO"
    domenica 29 agosto 2010 15.30 - Audi Palace
    ​Estrazione effettuata presso l’Audi Palace di Cortina d’Ampezzo il 29/08/2010 alle ore 15.30 Info e regolamento su www.amicidicortina.it
  • CHE AUTUNNO CI ASPETTA
    sabato 28 agosto 2010 18.00 - Audi Palace
    ​Se cercate nelle note politiche di queste ore sarà difficile scovare una sua dichiarazione, non è uno di quei mestieranti che chiacchierano coi giornalisti pur di farsi spedire in prima pagina.
  • LA CINA È (TROPPO) VICINA
    sabato 28 agosto 2010 16.30 - Audi Palace
    ​La prospettiva del G2, un tavolo economico bilaterale tra Stati Uniti e Cina, pare piuttosto azzardata: un po’ come autoinvitarsi al pranzo di matrimonio dimenticando i parenti più stretti.
Amici di Cortina
Rassegna stampa
Impossibile visualizzare questa web part. Per risolvere il problema, aprire la pagina Web in un editor HTML compatibile con Microsoft SharePoint Foundation, ad esempio Microsoft SharePoint Designer. Se il problema persiste, contattare l'amministratore del server Web.


ID correlazione:b4c883cf-6888-4da1-a534-efd36080f023